Lush pt. 2

Buongiorno!! Si fa per dire, qua a Rimini oggi diluvia che è un piacere..
Oggi parliamo di cose sporche, vi va??

Mi riferisco al mi secondo acquisto Lush, l’hennè!
Per quanto mi piacerebbe, il mio non è (ovviamente) un rosso naturale. I miei ‘veri’ capelli sono castani, ma proprio non mi piacciono. Per questo da ormai due anni mi tingo. Solitamente uso una tinta senza ammoniaca e mostri vari, cruelty free acquistata in erboristeria, ma non ho resistito a provare questo bel intruglio.

Vi premetto che se avete intenzione di provarlo dovrete avere ALMENO un pomeriggio/sera libero, è un procedimento lunghissimo!
In sostanza si deve rompere e sciogliere una quantità adeguata di hennè, che si presenta inizialmente come una grossa tavoletta di cioccolata.
Essendo la prima volta mi sono assicurata di sbriciolarlo per bene, ma in realtà non è necessario perchè ci penserà l’acqua calda a fare buona parte del lavoro.
Questa va aggiunta bella calda, e subito dopo mescolare mescolare mescolare! A me hanno consigliato di non renderlo troppo liquido, ma non ho seguito il consiglio poichè risultava impossibile da stendere altrimenti!
Raggiunta la consistenza ideale procedete pure stendendolo uniformemente sui capelli e lesciate riposare!

Io l’h lasciato tre ore, sulla confezione era consigliato 2,5h, ma essendo 100% naturale non correte alcun rischio prolungando i tempi. Vi consiglio di incelophanarvi la testa però, o perderete terriccio ovunque, e non è un bel vedere!!

Se fin’ora avete pensato beh, si può fare, preparatevi alla parte peggiore. Io ingenua ho infilato la testa sotto l’acqua convinta di cavarmela in cinque minuti.. Magari!
Venticinque minuti cronometrati!! E’ stata davvero una lotta, continuavo a scovare pezzetti di hennè un po’ ovunque.

Alla fine di tutto però ne è valsa la pensa. I capelli erano morbidi e nutriti, il colore bellissimo e il profumo ottimo! Vi lascio qualche foto per ripercorrere il procedimento, fatemi sapere se l’avete provata! Io sicuramente ripeterò l’esperienza 😉